© Evore 2016
Evorè

Biografia

Gli Evorè nascono nel 2011 da un idea del batterista Andrea Cappelletti e del tastierista Davide Cipolla dopo l’incontro con il chitarrista e produttore Marco Tansini. Da sempre impegnati nella ricerca di suoni e melodie anche con precedenti formazioni, decidono di dare il via alla realizzazione di un nuovo progetto. Una sfida che li ha portati nel 2013 alla registrazione di un primo album pop/rock in italiano con voce femminile, contraddistinto da sonorità a volte calde ed intense, a volte dure e taglienti, attraverso sentieri musicali spesso innovativi ed inesplorati. Un ponte tra tradizione e futuro. Sicuramente qualcosa di nuovo nel panorama artistico italiano. Nel 2014 decidono di proseguire il loro percorso con un lavoro strumentale che sarà il primo di una serie.

 Official Website

La musica è presente

in ogni istante

Davide & Andrea

 Davide Cipolla

Tastiere, basso, chitarra sound engineering

Nato a Piacenza l'11-06-1983, ho iniziato ad avvicinarmi al mondo della musica all'età di 9 anni prendendo lezioni private  di chitarra classica per questioni di spazio e costi, anche se già sapevo che il mio habitat naturale era nei tasti e non nelle corde. Questa esperienza, nel tempo, si è rivelata molto utile, non tanto per lo strumento in se, ma bensì per l'insegnante, il Maestro Tranquillo Salvatori. Il suo metodo di insegnamento e la sua passione per il pianoforte resero possibile la mia "evoluzione" da chitarrista a tastierista in quanto fu proprio lui a notare la mia attitudine ai tasti. Da quel momento le tastiere accompagnano la mia vita di musicista. Infatti a 12 anni inizio un corso di tastiera al centro musicale G. Ricca seguito dall'insegnante Laura Lombardelli. Con questo corso apprendo la base della teoria musicale applicata alle tastiere. A 15 anni dopo i vari saggi di fine anno, ho la mia prima esperienza in una cover band. Successivamente i miei studi proseguono da autodidatta occupandomi  di programmazione di suoni,  mixaggio, sequencer, multitraccia, effetti, tecniche di microfonazione, arrangiamento ecc… ecc…. Ho suonato in svariate cover band di ogni genere e ci sono state occasioni in cui ho suonato anche il basso e la batteria. L'esperienza più importante è stata nel gruppo RandevouZ sostituendo il loro tastierista dal 2008 fino allo scioglimento della band nell'ottobre del 2011. Questa data indica anche l'inizio di un nuovo progetto, Evorè, musicalmente molto diverso, ma soprattutto un nuovo modo di intendere il concetto di musica. All’ inzio del 2014, spinto da un’irrefrenabile voglia di sperimentazione, mi viene l’idea di comporre un brano strumentale riutilizzando un mio riff suonato in un vecchio brano. Nello stesso momento Andrea, vuole preparare una versione strumentale de “L’oro del Re” tratto dal primo disco Evorè. Spontaneamente entrambi pensiamo di fare un disco strumentale e questa novità, ci è piaciuta molto! Nasce così ElectroSinfonica, un mix perfetto tra strumenti elettronici come sintetizzatori e suoni campionati e strumenti acustici come i timpani, la batteria, il basso e l’organo Hammond. Nel 2015 viene pubblicato l’album in digitale. Questo album è stato realizzato interamente da i soli due fondatori del progetto sotto ogni aspetto! Massima soddisfazione, quindi già sto pensando al prossimo lavoro strumentale, ampio mondo musicale che permette di sfruttare al 100% le proprie capacità. Parrallelamente alla composizione musicale mi dedico alla progettazione e costruzione di casse per chitarra e basso, diffusori acustici, effettistica, microfoni, cavi, insonorizzazione e di personal computer.

 Andrea Cappelletti

B

Batteria, percussioni, tastiere

Andrea nasce il 14 maggio 1983 a Senna Lodigiana. Muove i primi passi nella musica all'età di 10 anni   suonando il tamburo nella banda del paese e successivamente impara a suonare i timpani da orchestra. Nel frattempo un amico della banda gli mostra per la prima volta una batteria (una Jolly Meazzi del '77 tigrata che gli fu poi regalata dalla banda) e da autodidatta comincia a suonare sulle canzoni dei Queen. A 15 anni cominciano le prime lezioni con vari insegnanti. A 20 anni iniziano le prime collaborazioni e le prime esperienze con varie cover band. Dopo qualche anno conosce il batterista jazzista Giorgio Di Tullio (che ringrazia tuttora per i suoi insegnamenti) e dopo averlo visto suonare decide di andare a prendere delle lezioni da lui. Studierà con Giorgio per più di 3 anni. A 24 anni viene chiamato per prendere il posto in una rock band emergente: i Randevouz; gruppo nel quale, dopo circa un anno, arriverà alle tastiere Davide, con cui nascerà una lunga collaborazione che dura tuttora. Con questa band suonerà in molte feste e locali nel lodigiano e piacentino e registra anche un album inedito. Saranno 4 anni di dura gavetta! Nell'ottobre 2011 la band si scioglie; nonostante ciò, circa un mese dopo Andrea decide di andare insieme a Davide dal produttore Marco Tansini per fargli sentire alcune loro composizioni. I lavori convincono Marco e insieme decidono di realizzare un nuovo progetto. Per Andrea comincia un nuovo mondo fatto di notti passate a comporre musica. Tra le sue composizioni verranno scelti 4 brani che, nel Giugno del 2012, entreranno a far parte di un nuovo disco: "Evorè" che verrà pubblicato circa un anno dopo "All'inizio del 2014 Andrea decide di riarrangiare il brano L'Oro del Re (tratto dal primo disco Evoré) brano a cui si sente molto affezionato, per dargli una nuova atmosfera con una sonorità sinfonica tutta strumentale. Insieme a Davide realizza la nuova versione del L'Oro del Re, il risultato è sorprendente. Da questa nuova situazione insieme a Davide parte l'idea di realizzare ElectroSinfonica un disco con 4 brani strumentali con sonorità elettriche e sinfoniche. I brani vengono registrati nel maggio e ottobre 2014 in un teatro. Il disco è interamente prodotto da Davide e Andrea: dagli arrangiamenti, registrazione, mixaggio alla copertina finale.  ElectroSinfonica segna l'inizio di una nuova fase per Andrea dove ha la possibilità di ricercare sperimentare nuove forme di sonorità in ambienti sempre più particolari. In contemporanea con la musica Andrea porta avanti un'altra passione quella della fotografia con partecipazioni in varie mostre.
© Evorè 2016
Evorè

Biografia

Gli Evorè nascono nel 2011 da un idea del batterista Andrea Cappelletti e del tastierista Davide Cipolla dopo l’incontro con il chitarrista e produttore Marco Tansini. Da sempre impegnati nella ricerca di suoni e melodie anche con precedenti formazioni, decidono di dare il via alla realizzazione di un nuovo progetto. Una sfida che li ha portati nel 2013 alla registrazione di un primo album pop/rock in italiano con voce femminile, contraddistinto da sonorità a volte calde ed intense, a volte dure e taglienti, attraverso sentieri musicali spesso innovativi ed inesplorati. Un ponte tra tradizione e futuro. Sicuramente qualcosa di nuovo nel panorama artistico italiano. Nel 2014 decidono di proseguire il loro percorso con un lavoro strumentale che sarà il primo di una serie.

Davide Cipolla

Tastiere, basso, chitarra sound engineering

Nato a Piacenza l'11-06-1983, ho iniziato ad avvicinarmi al mondo della musica all'età di 9 anni prendendo lezioni private di chitarra classica per questioni di spazio e costi, anche se già sapevo che il mio habitat naturale era nei tasti e non nelle corde. Questa esperienza, nel tempo, si è rivelata molto utile, non tanto per lo strumento in se, ma bensì per l'insegnante, il Maestro Tranquillo Salvatori. Il suo metodo di insegnamento e la sua passione per il pianoforte resero possibile la mia "evoluzione" da chitarrista a tastierista in quanto fu proprio lui a notare la mia attitudine ai tasti. Da quel momento le tastiere accompagnano la mia vita di musicista. Infatti a 12 anni inizio un corso di tastiera al centro musicale G. Ricca seguito dall'insegnante Laura Lombardelli. Con questo corso apprendo la base della teoria musicale applicata alle tastiere. A 15 anni dopo i vari saggi di fine anno, ho la mia prima esperienza in una cover band. Successivamente i miei studi proseguono da autodidatta occupandomi  di programmazione di suoni,  mixaggio, sequencer, multitraccia, effetti, tecniche di microfonazione, arrangiamento ecc… ecc…. Ho suonato in svariate cover band di ogni genere e ci sono state occasioni in cui ho suonato anche il basso e la batteria. L'esperienza più importante è stata nel gruppo RandevouZ sostituendo il loro tastierista dal 2008 fino allo scioglimento della band nell'ottobre del 2011. Questa data indica anche l'inizio di un nuovo progetto, Evorè, musicalmente molto diverso, ma soprattutto un nuovo modo di intendere il concetto di musica. All’ inzio del 2014, spinto da un’irrefrenabile voglia di sperimentazione, mi viene l’idea di comporre un brano strumentale riutilizzando un mio riff suonato in un vecchio brano. Nello stesso momento Andrea, vuole preparare una versione strumentale de “L’oro del Re” tratto dal primo disco Evorè. Spontaneamente entrambi pensiamo di fare un disco strumentale e questa novità, ci è piaciuta molto! Nasce così ElectroSinfonica, un mix perfetto tra strumenti elettronici come sintetizzatori e suoni campionati e strumenti acustici come i timpani, la batteria, il basso e l’organo Hammond. Nel 2015 viene pubblicato l’album in digitale. Questo album è stato realizzato interamente da i soli due fondatori del progetto sotto ogni aspetto! Massima soddisfazione, quindi già sto pensando al prossimo lavoro strumentale, ampio mondo musicale che permette di sfruttare al 100% le proprie capacità. Parrallelamente alla composizione musicale mi dedico alla progettazione e costruzione di casse per chitarra e basso, diffusori acustici, effettistica, microfoni, cavi, insonorizzazione e di personal computer.

Andrea Cappelletti

Batteria, percussioni, tastiere

Andrea nasce il 14 maggio 1983 a Senna Lodigiana. Muove i primi passi nella musica all'età di 10 anni suonando il tamburo nella banda del paese e successivamente impara a suonare i timpani da orchestra. Nel frattempo un amico della banda gli mostra per la prima volta una batteria (una Jolly Meazzi del '77 tigrata che gli fu poi regalata dalla banda) e da autodidatta comincia a suonare sulle canzoni dei Queen. A 15 anni cominciano le prime lezioni con vari insegnanti. A 20 anni iniziano le prime collaborazioni e le prime esperienze con varie cover band. Dopo qualche anno conosce il batterista jazzista Giorgio Di Tullio (che ringrazia tuttora per i suoi insegnamenti) e dopo averlo visto suonare decide di andare a prendere delle lezioni da lui. Studierà con Giorgio per più di 3 anni. A 24 anni viene chiamato per prendere il posto in una rock band emergente: i Randevouz; gruppo nel quale, dopo circa un anno, arriverà alle tastiere Davide, con cui nascerà una lunga collaborazione che dura tuttora. Con questa band suonerà in molte feste e locali nel lodigiano e piacentino e registra anche un album inedito. Saranno 4 anni di dura gavetta! Nell'ottobre 2011 la band si scioglie; nonostante ciò, circa un mese dopo Andrea decide di andare insieme a Davide dal produttore Marco Tansini per fargli sentire alcune loro composizioni. I lavori convincono Marco e insieme decidono di realizzare un nuovo progetto. Per Andrea comincia un nuovo mondo fatto di notti passate a comporre musica. Tra le sue composizioni verranno scelti 4 brani che, nel Giugno del 2012, entreranno a far parte di un nuovo disco: "Evorè" che verrà pubblicato circa un anno dopo "All'inizio del 2014 Andrea decide di riarrangiare il brano L'Oro del Re (tratto dal primo disco Evoré) brano a cui si sente molto affezionato, per dargli una nuova atmosfera con una sonorità sinfonica tutta strumentale. Insieme a Davide realizza la nuova versione del L'Oro del Re, il risultato è sorprendente. Da questa nuova situazione insieme a Davide parte l'idea di realizzare ElectroSinfonica un disco con 4 brani strumentali con sonorità elettriche e sinfoniche. I brani vengono registrati nel maggio e ottobre 2014 in un teatro. Il disco è interamente prodotto da Davide e Andrea: dagli arrangiamenti, registrazione, mixaggio alla copertina finale.  ElectroSinfonica segna l'inizio di una nuova fase per Andrea dove ha la possibilità di ricercare sperimentare nuove forme di sonorità in ambienti sempre più particolari. In contemporanea con la musica Andrea porta avanti un'altra passione quella della fotografia con partecipazioni in varie mostre. e il viaggio continua..."